Glossar Navigation

Occhiali 3D

Che cosa sono gli occhiali 3D?

Gli occhiali 3D vengono utilizzati per vedere i film, foto e videogiochi trdimensionali. Gli occhiali hanno la funzione di far visualizzare all'occhio umano a partire da una singola immagine due immagini separate per ottenere un effetto spaziale. Per ottenere questo effetto, ci sono diverse procedure, il primo è stato utilizzato giá all'inizio degli anni '50. Oggi la vera tendenza sono i giochi 3D e i Blurays.

Tipi di occhiali 3D

I primi occhiali 3D furono i cosiddetti occhiali filtro colore, che utilizzavano una lente blu e una rosso per distinguere le immagini. L'immagine visualizzata doveva essere composta solo dai due colori per ottenere un effetto 3D. Questo metodo è uno dei metodi più semplici ed antichi del 3D, lo svantaggio è che gli occhi sono esposti a carichi molto elevati e si stancano molto in fretta. Un'altra possibilità è offerta dagli occhiali Chroma Depth, grazie ai quali la rappresentazione 3D è ottenuta tramite prismi microscopici che rifrangono la luce in modo diverso. Lo stesso sistema di prismi viene usato anche su un lato delle lenti degli occhiali e sull'altro lato invece la lente è normalmente trasparente. Così si creano due immagini diverse e la figura viene percepita in 3D. Il vantaggio di questo metodo è che le immagini vengono visualizzate normalmente senza occhiali, non si vedono cioè quelle immagine sfocate fastidiose quando si guarda la figura senza occhiali. La novità piú attuale riguarda invece i cosiddetti occhiali per il 3D Shutter per LCD. Questi occhiali sono attivati in modo sincronizzato con lo schermo della tv o del cinema. La tecnologia Shutter funziona creando un paio di occhiali con una lastra di vetro particolare che, quando attivato blocca la luce. Gli occhiali Shutter utilizzano questa particolarità per alternare l’immagine pervenuta all’occhio di destra e di sinistra, cioè gli occhiali mostrano alternativamente l’immagine, in modo che ogni frame è visto in un occhio, poi nell’altro. Utilizzando questo metodo sarà visibile effettivamente la metà della frequenza di uno schermo. Questo processo deve essere eseguito abbastanza velocemente in modo che il cervello sia ingannato nel vedere le immagini separate come una serie continua in movimento, piuttosto che una serie di foto. La frequenza del monitor deve essere di almeno 100 Hz, in quanto per l'uso di questa procedura, il numero di Hz è dimezzato. La frequenza è decisiva per l´affaticamento della vista: più alto è il numero di Hertz, più rilassante sará per gli occhi.

 

Occhiali 3D: Nel mondo 3D di Smeet non servono occhiali!Occhiali 3D: Nel mondo 3D di Smeet non servono occhiali!